-1
archive,tag,tag-velio-abati,tag-258,cookies-not-set,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-5.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

Aprire le porte | Introduzione al libro

di Piero BEVILACQUA – Pubblichiamo in pdf l'introduzione al libro Aprire le porte. Per una scuola democratica e cooperativa, a cura di Piero Bevilacqua (Castelvecchi, 2018). Il libro raccoglie i contributi del convegno che Officina dei Saperi, Associazione nazionale per la scuola della Repubblica, Appello per la

Aprire le porte. Per una scuola democratica e cooperativa

Segnaliamo l'uscita di Aprire le porte. Per una scuola democratica e cooperativa, a cura di Piero Bevilacqua (Castelvecchi, 2018). Il libro raccoglie i contributi del convegno che Officina dei Saperi, Associazione nazionale per la scuola della Repubblica, Appello per la scuola pubblica e Comune-info hanno organizzato nel

Velio Abati | Questa notte. Canzoniere

Segnaliamo l'uscita del libro di poesie di Velio Abati, Questa notte. Canzoniere (Manni, 2018). Pubblichiamo la recensione di Tommaso Di Francesco apparsa su "il manifesto" il 10 febbraio 2018. Il sostegno della veglia di Tommaso di Francesco, "il manifesto", 10 febbraio 2018 I versi che Velio Abati propone

Aprire le porte. I nostri video

Ciao Enzo, ciao Piero. Ho messo in rete i video del convegno sulla scuola. Per farlo, ho aperto un canale su youtube che ho chiamato "Officina dei saperi". Mi scuso fin d'ora per la qualità dei video. Purtroppo la luce era quella che era e mettere un

Scuola. La scrittura della Carta di Roma. Il nostro dibattito

31 gennaio 2018 Care e cari ho buttato giù un pò di punti programmatici della Carta di Roma. Spero di avere indicato una modalità di scrittura. Il resto dei punti dovrebbe secondo me riguardare il ruolo degli insegnanti, anche una sacrosanta rivendicazione di un reddito più dignitoso,

Su Franco Fortini. L’allarme del presente

di Velio ABATI, da www.velioabati.com Aforismi Insieme con l’atto intimidatorio della sua assertività, l’aforisma porta con sé una straordinaria forza mnemonica, proverbiale appunto, che benissimo si presta a ciò che Fortini indicava essere necessario alla comunicazione sociale oppositiva e critica: il riuso. “Poca favilla gran fiamma seconda”[1]:

Su scuola e università. “È utile De Mauro quanto Illich”

Carteggio di Tiziana DRAGO, Luigi VAVALA', Velio ABATI, Piero BEVILACQUA – 13 ottobre 2017 Cari e care […] penso si debba rivolgere un’attenzione particolare al mondo della formazione e della conoscenza, alle scuole e alle università che stanno subendo la trasformazione forzata in centri di produzione di un sapere che segue

Dopo Fortini. Diario di un insegnante

di Velio ABATI – Giustificazione Come dichiara il titolo, il mio intervento ha un’ambizione particolare: non vuole chiudersi in uno sguardo approfondito sull’operato intellettuale di Fortini, ma gioca le sue carte nel tentativo, magari spericolato, di verificare quanto, non dico del mio, ma del mestiere d’insegnante, così come

In/disciplinate. Lettera di Abati

28 marzo 2017 L'importanza dello studio è maggiore di quella, pur rilevante, che si prefigge: mostrare la condizione materiale e la soggettività di un settore specifico del precariato universitario. Assai interessanti i dati statistici e la descrizione, chiara, delle dinamiche di medio periodo che investono l'università

Fuori squadra, di Enzo Scandurra. Con due recensioni

Fuori squadra, un libro di Enzo Scandurra (Castelvecchi, 2017). Un improvviso intervento chirurgico per una grave malattia cambia il corso dell’intera esistenza di Lorenzo, che decide di abbandonare l’insegnamento universitario per affrontare una questione irrisolta della propria adolescenza. Sullo sfondo, la città di Roma, tra le crepe delle sue rovine, dove uomini e

C’era una volta una piccola città

di Velio ABATI – per Velso, un contadino, mio padre C’era una volta una piccola città che era abitata dai Bassi e dagli Alti. Come tutte le città del piccolo pianeta, aveva difetti, tanto più che i suoi abitanti non avevano grande esperienza di democrazia o, se ce

Parole

di Velio ABATI – “Dio ti fulmini!”: il grido dell’impotente proclama sempre la sconfitta subìta, proprio mentre millanta di negarla. Una postura talmente scoperta, che il realista crede di trovarvi la prova definitiva della sua antica convinzione: nomina sunt consequentia rerum. Eppure qualcosa non convince. Che cosa induce