-1
archive,tag,tag-urbanistica,tag-127,cookies-not-set,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-5.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

Lo sfascismo

di Giancarlo CONSONNI Note a margine del saggio Qualche considerazione sulla storia in corso di Stefano Levi Della Torre, apparso tra ottobre e novembre 2018 sui fascicoli nn. 252 e 253 della rivista "Una città". «Delineare il futuro è un atto politico. […] mancano da sinistra proposte credibili

De Lucia | Il diritto alla città storica

Pubblichiamo lo scritto introduttivo di Vezio DE LUCIA a Il diritto alla città storica (Roma, 2019, pp. 5-9) Nella seconda metà del secolo scorso l’Italia ha fondato la cultura della conservazione e del recupero dei centri storici. Fu Antonio Cederna a capire per primo che la

Il diritto alla città storica. Il libro

Segnaliamo l'uscita del volume collettaneo Il diritto alla città storica (Associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli, Roma, 2019), curato da Maria Pia Guermandi e Umberto D'Angelo. Il volume raccoglie gli atti del convegno "Il diritto alla città storica", organizzato dall'Associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli e tenutosi il 12 novembre 2018

Roma. Il lago exSNIA diventi monumento naturale

Pubblichiamo di seguito la mail che abbiamo ricevuto dal Forum Permanente Territoriale Parco delle Energie. Si tratta di un appello affinché l'area naturalistica del lago dell'Ex SNIA di Roma diventi oggetto di specifica tutela.   Buongiorno,   questa mail per chiedere l'adesione all'istanza di tutela del lago “ex Snia”,

Piano Renzo, piano!

di Carmelo ALBANESE La cosa che proprio non riesco a capire del crollo del ponte Morandi a Genova, è il protagonismo post tragedia dell'architetto Renzo Piano. Non capisco da dove provenga la sua calma serafica che a volte, nelle numerose (direi anzi eccessive e altrettanto incomprensibili)

Consumo di suolo. 2018

da "la Repubblica", 17 luglio 2018 Il consumo di suolo in Italia è aumentato anche nel 2017. La superficie naturale si è ridotta di ulteriori 52 chilometri quadrati l'anno scorso: ogni due ore viene costruita un'intera piazza Navona, ogni secondo vengono coperti con cemento o asfalto due

Calabria. Diritto alle città

di Battista SANGINETO, da "Emergenza Cultura", 13 luglio 2018 Le città calabresi, ed i loro paesaggi, sono sotto assalto da molto tempo, ma ora l’attacco, in Calabria, si è fatto più duro, forse è quello finale, quello all’ultimo sangue. A Cosenza come a Catanzaro, i sindaci

Roma. In viaggio per le occupazioni

di Roberto CICCARELLI, da "il manifesto", 11 luglio 2018 Il viaggio nelle occupazioni romane dovrebbe diventare un’appuntamento fisso. Una giornata di educazione civica, un momento per stringere alleanze e essere solidali, un modo per combattere i pregiudizi razzisti o sostituire l’alternanza scuola-lavoro per gli studenti delle

Carta dell’Habitat. Introduzione

di Giancarlo CONSONNI Introduzione alla Carta dell'Habitat   1. Perché una Carta dell’habitat Diritto alla casa, diritto alla città. Utopie? Libro dei sogni? Il bilancio planetario delle concrete conquiste sui due fronti è spietato: non lascia spazio che a risposte affermative a queste domande. Ciò detto, non si può in

Venezia. Per il diritto alla città

di Ilaria BONIBURINI ed Edoardo SALZANO, "eddyburg", 13 giugno 2018 Venezia non è solo l’espressione di una comunità locale, ma un esempio emblematico di un modello di sviluppo e di governo tipico di questa fase del capitalismo, finalizzato all’estrazione di profitto e mercificazione di ogni componente

Termini, le stazioni del capitale

di Piero BEVILACQUA, da "il manifesto", 13 giugno 2018 Ci sono luoghi e spazi della vita organizzata dalle origini millenarie, che hanno conservato per secoli, rinnovandole, le funzioni per cui erano sorte. Funzioni che nel giro di pochi anni sono state svuotate del loro antico scopo

Spazio e politica, di Lefebvre | Roma 12 giugno

Università degli Studi di Roma "La Sapienza", Dottorato in Ingegneria dell'Architettura e dell'Urbanistica Presentazione del libro Henri Lefebvre, SPAZIO E POLITICA. Il diritto alla città II (ombre corte, 2017) introduce: Giuseppe Allegri coordina: Massimo Ilardi intervengono, oltre a Francesco Biagi, curatore del libro: Ilaria Agostini, Mario Pezzella, Enzo Scandurra, Benedetto Vecchi martedì 12 Giugno, ore 16.00, aula 25, via Eudossiana,

Agostini e Scandurra | Miserie e splendori dell’urbanistica

Segnaliamo l'uscita di Miserie e splendori dell'urbanistica, di Ilaria Agostini ed Enzo Scandurra, con prefazione di Piero Bevilacqua (Deriveapprodi, pp. 192). Dalla quarta di copertina: Da disciplina del welfare che si proponeva di mitigare le distorsioni dello sviluppo, l’urbanistica, dagli anni Ottanta, abbandona la sua originaria vocazione riformatrice

L’altro uso. Usi civici e patrimonio pubblico. Venezia, 14-15 aprile

L'ALTRO USO. USI CIVICI E PATRIMONIO PUBBLICO Dalla vendita alla gestione collettiva comunitaria Venezia, sabato 14 e domenica 15 aprile 2018 Due giornate per difendere i beni pubblici, per restituire alla comunità il diritto alla città, organizzate e promosse da Antico Teatro di Anatomia di Venezia e Poveglia per tutti *Programma Sabato 14 aprile Ca'

Dal Piano Casa alla legge per la rigenerazione urbana

Prosegue l'assalto alle città storiche. La recente legge della Regione Lazio per la "rigenerazione urbana" conferma l'accelerazione immobiliarista del Piano Casa, vero e proprio condono preventivo varato nell'età di Berlusconi al motto di "finché l'edilizia va, il Paese va". Montano le proteste contro l'assalto al patrimonio urbano

Il tempo è fuori squadra

Pubblichiamo la recensione di Angelo CIRASINO al libro di Enzo SCANDURRA, Fuori squadra (Castelvecchi, 2017) apparsa su "Scienze del territorio", n. 5 (numero monografico Storia del territorio a cura di Maria Colavitti, Rossano Pazzagli e Giuliano Volpe), pp. 280-281. Il lavoro del recensore rischia di cadere in molte

Dietro la facciata niente. Firenze dimentica il restauro

di Ilaria AGOSTINI, da "La Città invisibile", 3 marzo 2018 Tutelare o demolire? Conservare la scena urbana di Firenze, il brand che fa cassa, o favorire la speculazione immobiliare sull’edilizia storica? Un dubbio lacerante, ma la risposta è pronta: scavare case e palazzi, mantenerne le facciate e inserire al loro

La città e l’accoglienza | Roma, 8 febbraio

giovedì 8 febbraio 2018 Facoltà di Ingegneria, Università di Roma "Sapienza", via Eudossiana (a fianco di San Pietro in Vincoli) aula 21, ore 10 presentazione del libro La città e l'accoglienza  manifestolibri, 2017 di Enzo Scandurra, Lidia Decandia, Vanni Attili e Ilaria Agostini Ne parleranno Raniero La Valle e Giulia Li Destri Nicosia * La registrazione video dell'incontro è visibile sul canale

Vittorio Emiliani ricorda Edoardo Detti

di Vittorio EMILIANI, su Radio radicale, 8 novembre 2017 «Edoardo Detti è stato uno dei protagonisti di una grande stagione dell'architettura e soprattutto dell'urbanistica in Italia. Detti è fiorentino nato nel 1913 da una famiglia della micro borghesia; il padre è commerciante di carbone, la madre

Bologna. In difesa della città storica

Bologna, 9 novembre-7 dicembre 2017 | Ciclo di incontri In difesa della città storica a cura di Raffaele Milani Laboratorio di ricerca sulle città – Dipartimento di Scienze dell'Educazione – Alma Mater Studiorum-Università di Bologna – Scuola di Scienze della Formazione Ciò che è antico fa agire la bellezza in

SdT: dai territori della resistenza alle comunità di patrimonio. Matelica, 12-14 ottobre

Si segnala il V convegno annuale della SdT-Società dei Territorialisti e delle Territorialiste DAI TERRITORI DELLA RESISTENZA ALLE COMUNITÀ DI PATRIMONIO. PERCORSI DI AUTORGANIZZAZIONE E AUTOGOVERNO PER LE AREE FRAGILI, Matelica, 12-14 ottobre 2017 Qui il programma: https://www.societadeiterritorialisti.it/wp-content/uploads/2017/10/SdT_Matelica_ProgrammaDefinitivo.pdf La Società dei Territorialisti/e ONLUS (Associazione scientifica multidisciplinare formata da studiosi

C’erano una volta i comuni rossi dell’Emilia

di Enzo SCANDURRA – Ironia della sorte (ma non troppo); l’Emilia Romagna, un tempo regione modello per l’urbanistica italiana, si appresta ad approvare una legge regionale (Disciplina regionale sulla tutela e l’uso del territorio, n° 4223), che basandosi sulle parole d’ordine di rigenerazione/riqualificazione nelle città storiche,

Spazio pubblico e vita civica. Alternative alla comune evanescenza

di Ilaria AGOSTINI, da "eddyburg", 27 maggio 2017 [Lo scritto che pubblichiamo è la trascrizione del contributo all’incontro Gli standard urbanistici, cinquant’anni dopo. Un progetto per lo spazio pubblico, organizzato dalla Scuola di Eddyburg nell’ambito della manifestazione “Leggere la città”, Pistoia, 7 aprile 2017. La fotografia è di Elvira Bandini, https://www.spaziindecisi.it/space/piscina-comunale-santa-sofia/, NdR]   Prima

La strada che parla. Un libro di Decandia e Lutzoni

di Enzo SCANDURRA, da "Casa della cultura", 26 maggio 2017 Ho sempre avuto il sospetto che essere sardi volesse dire essere, più di altri, fortemente radicati nella propria tradizione e nella propria storia. Questa particolarità la scorgo non solo nell'amore per la propria terra (che è

Consumo di luogo. Prefazione di Tomaso Montanari

Il testo che segue è la prefazione di Tomaso MONTANARI al libro Consumo di luogo. Neoliberismo nel disegno di legge urbanistica dell’Emilia-Romagna (a cura di Ilaria Agostini, Pendragon, 2017). La prefazione è stata pubblicata su "il manifesto" del circolo di Bologna, 25 maggio 2017. Nelle pagine che seguono è

I borghi dell’utopia

di Piero BEVILACQUA, da "il manifesto", 18 giugno 2013 L'Italia non è solo – in misura storicamente più rilevante che nel resto d'Europa – terra di città. È anche regione di borghi, di paesi, piccoli e medi, disseminati lungo la dorsale appenninica e preappeninica e fin

Consumo di luogo. Critica alla legge urbanistica dell’Emilia Romagna

È uscito Consumo di luogo. Neoliberismo nel disegno di legge urbanistica dell’Emilia-Romagna, a cura di Ilaria Agostini, prefazione di Tomaso Montanari (Pendragon, 112 pp., 8 euro). Con contributi di: Ilaria Agostini, Piergiovanni Alleva, Paolo Berdini, Piero Bevilacqua, Paola Bonora, Sergio Caserta, Pier Luigi Cervellati, Paolo Dignatici,

Roma, chiudendo gli occhi

di Enzo SCANDURRA – Quale Roma vorremmo? Perché questa città, ancorché bellissima, è diventata il luogo dei misfatti, degli intrighi, dei costruttori e loro amici, dei Sindaci che non avrebbero nessun credito nemmeno come direttori di un supermercato. Mi è capitato di entrare in città attraverso Porta

L’uso ambiguo della metafora in urbanistica

di Enzo Scandurra, da "eddyburg", 19 aprile 2017 Da sempre, dalla sua data di nascita, l’urbanistica ha fatto ampio uso di concetti importati da altre discipline, in particolare dalla fisica e, più recentemente, dalla biologia. Negli anni Cinquanta e Sessanta, ad esempio, furono introdotti molti concetti

Milano eventopoli

di Giancarlo CONSONNI* – Milano migliore città d'Italia nella classifica "Cities of Opportunity". Milano con un incremento annuale di turisti più del doppio di quello di Roma. Milano attrattiva per gli investimenti stranieri. Milano locomotiva in un Paese che arranca. Gli eventi – Salone del mobile,

L’apprendimento come esperienza estetica. Il libro

di Lidia DECANDIA – Cari amici e amiche, sollecitata dal bellissimo e interessantissimo articolo di Laura Marchetti, e dalle osservazioni di Piero Bevilacqua che condivido pienamente desidero condividere con voi anche una mia esperienza di didattica-ricerca-azione, fatta con gli allievi del Corso di Progetto nel contesto sociale della Facoltà

La benedetta partecipazione

di Enzo SCANDURRA, da "eddyburg", 26 marzo 2017 Dietro questo concetto – partecipazione – si nascondono molte insidie e molte ambiguità. Come già nello sviluppo sostenibile, questa parola-grimaldello evoca qualcosa di assolutamente positivo, non confutabile, una vera e propria ontologia: “ma come non vorresti uno sviluppo sostenibile?” Lo

Cronistoria della svolta neoliberista nella politica urbana di Firenze

di Alberto ZIPARO, da "il manifesto" Nel volume Urbanistica resistente nella Firenze neoliberista (curato da Ilaria Agostini per Aión, pp. 160) è narrato il conflitto tecnico-scientifico e politico tra gli urbanisti della città toscana raccolti nel laboratorio politico «perUnaltracittà» (PUC) e la gestione liberista PD delle politiche urbanistiche

Un’Europa di città. Roma, 23 marzo

Forum Italo-Tunisino|Sem|Recosol|Cime|Officina dei Saperi presentano LE CITTÀ E I COMUNI PER UNA EUROPA UNITA, INCLUSIVA, SOLIDALE, DEMOCRATICA Discussione a partire dai libri: Viaggio in Italia, a cura di Ilaria Agostini e Piero Bevilacqua (manifestolibri, 2016) La città e l’accoglienza, di Ilaria Agostini, Giovanni Attili, Lidia Decandia, Enzo Scandurra (manifestolibri, 2017) Le Città ingovernabili: il

Cronache dal saccheggio urbanistico nel paese delle «cento città»

di Alberto ZIPARO, "il manifesto", 16 febbraio 2017 Le città italiane oggi mostrano chiari i lasciti delle incerte e contraddittorie politiche economiche ed urbanistiche del recente passato: dai tentativi di sviluppo metropolitano alla finanziarizzazione dei valori urbani. Nell’ambito di dinamiche comuni che vanno delle lacerazioni di

La città e l’accoglienza, di Agostini, Attili, Decandia, Scandurra

L’accoglienza dei profughi è una delle sfide principali delle città contemporanee europee, la questione dove si gioca il destino stesso della civiltà europea: «ho un sogno», ha detto Francesco, «che l’Europa torni madre». L’Europa nasce, infatti, come spazio geoculturale della civitas e la ricchezza dell’Italia, come degli altri paesi, si fonda sul pluralismo dei

Noi urbanisti ci impegniamo

12 febbraio 2017 Quanto sta accadendo a Roma – il caso della realizzazione del nuovo stadio – evidenzia in modo eclatante come l’urbanistica sia ormai relegata, dall’ideologia neoliberista dominante da tempo, a un ruolo subalterno e quindi miseramente perdente, rispetto alla centralità che un tempo possedeva

Roma è una giraffa

di Enzo SCANDURRA – Di Roma si parla ormai solo in occasioni di cronache giudiziarie, di scandali, di presunte o vere mafie, di aggressioni e stupri. Nel mentre la città affonda nelle splendide macerie della sua fantastica Storia, come nelle Carceri di Piranesi. “Siamo sereni, andiamo avanti”

La struttura del paesaggio, di Anna Marson

di Piero BEVILACQUA, Un piano che prende forma in un laboratorio, «il manifesto», 15 ottobre 2016 Come ben sanno le persone colte d’Europa e dei vari paesi del mondo, l’Italia eredita, con poco merito dei contemporanei, un patrimonio di inestimabile valore: il suo paesaggio. E forse occorrerebbe

La deterritorializzazione di stampo mafioso

di Alberto ZIPARO* – 1. Un filone di ricerca di frontiera? 1.1 La recente ripresa di interesse sul campo elaborativo “particolare” costituito dalla penetrazione e dai condizionamenti della criminalità organizzata su politiche e pratiche urbanistiche e territoriali si può collegare certo agli studi diversificati che stanno osservando

Le città nel trentennio neoliberista. Un racconto multidisciplinare

da: Ilaria AGOSTINI, Piero BEVILACQUA (a cura di), Viaggio in Italia. Le città nel trentennio neoliberista, manifestolibri, 2016 Introduzione Gli scritti che qui si presentano narrano i mutamenti subiti dalle città italiane nel corso del trentennio neoliberista. Durante gli ultimi tre decenni alcune città hanno risentito vivamente

Per un dizionario di resistenza. Lettera di Roberto Budini Gattai

24 aprile 2016 Caro Piero, rispondo con ritardo, ma molto volentieri. Nel tuo articolo apparso sul “manifesto” sono nel ragguppamento “Architetti, Geografi, Urbanisti”. Proprio nei giorni scorsi insieme ad alcuni amici, a Firenze, ci siamo incontrati con gli studenti di un Centro Sociale studentesco ribelle [la Polveriera Spazio

Peso della rendita e leggerezza degli oneri

di Paola BONORA – da "Il Mulino. Rivista di cultura e politica", 1 luglio 2016 Dagli oneri di urbanizzazione non arrivano le risorse che dovrebbero: il caso dell’Emilia-Romagna.  La rendita è una patologia letale del sistema economico italiano. Fagocita le risorse e le confina a ruolo passivo a

Discorso intorno alla bellezza delle città

di Enzo SCANDURRA – Cos’è la bellezza?  Nei contesti culturali dell’architettura e dell’urbanistica, quando si vuole mettere in difficoltà o in stato di soggezione l’avversario al quale si sta confutando il ruolo della progettazione ritenuto sempre benefico, si invoca spesso il valore della bellezza. Tante volte mi sono