-1
archive,tag,tag-il-manifesto,tag-192,cookies-not-set,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-5.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

Quando l’orologo non è in sincrono

di Luciana CASTELLINA, da "il manifesto", 7 febbraio 2019 Riflessioni intorno al libro di Piero Bevilacqua, Ecologia del tempo, pubblicato da Castelvecchi Ma come ho fatto a non interrogarmi su quando erano nati gli orologi? E da quando dai campanili sono passati ai polsi? Non mi ero

In nome del padre che è anche un po’ madre

di Laura MARCHETTI, da "il manifesto", 17 novembre 2018 Pur da atea e anticlericale, guardo con speranza il cambiamento di parole formulato nel nuovo Messale Romano riguardante la preghiera del Padre Nostro, la più importante in quanto l’unica formulata direttamente da Gesù ai suoi discepoli nel

Cari genitori, non siete solo genitori

Cari genitori, non siete solo genitori. Siete uomini e donne, cittadini, gente che lavora. Alla scuola non chiedete solo di custodire vostro figlio Andate a vedere come funziona, chi la comanda. Chiedetevi se serve così com'è, e a chi serve. Chiedete che cosa mette in testa

Dalle lotte contadine alla lotta di mafia

di Piero BEVILACQUA, "il manifesto", 11 settembre 2018 Chi si ricorda oggi di Francesca Serio? Eppure il suo nome è circolato, di tanto in tanto, per quasi quarant’anni, nelle cronache italiane. Era la mamma di Salvatore Carnevale, il sindacalista ucciso dalla mafia il 16 maggio del

All’improvviso la storia

di Enzo SCANDURRA, da "il manifesto", 19 luglio 2018 La gente pensa che la storia abbia un respiro lungo ma la storia, in realtà, ti si para davanti all’improvviso. È la riflessione illuminante di Nathan Zuckerman in Pastorale americana di Philip Roth, che si prende carico di scrivere

Roma. In viaggio per le occupazioni

di Roberto CICCARELLI, da "il manifesto", 11 luglio 2018 Il viaggio nelle occupazioni romane dovrebbe diventare un’appuntamento fisso. Una giornata di educazione civica, un momento per stringere alleanze e essere solidali, un modo per combattere i pregiudizi razzisti o sostituire l’alternanza scuola-lavoro per gli studenti delle

Velio Abati | Questa notte. Canzoniere

Segnaliamo l'uscita del libro di poesie di Velio Abati, Questa notte. Canzoniere (Manni, 2018). Pubblichiamo la recensione di Tommaso Di Francesco apparsa su "il manifesto" il 10 febbraio 2018. Il sostegno della veglia di Tommaso di Francesco, "il manifesto", 10 febbraio 2018 I versi che Velio Abati propone

La speranza di Bauman in un altro mondo

di Piero BEVILACQUA, "il manifesto", 30 maggio 2018 Saggi. «Socialismo utopia attiva», un saggio del sociologo polacco scritto nel 1976 e finalmente tradotto da Castelvecchi Ciò che innanzi tutto stupisce il lettore un po’ informato sulla vita di Zygmunt Bauman, nel leggere questo Socialismo utopia attiva, tradotto ora per

Il benessere sociale nei luoghi occupati

di Enzo SCANDURRA, da "il manifesto", 23 maggio 2018 Nella minaccia di sfratto alla Casa Internazionale delle Donne di Roma si gioca una partita molto seria che rinvia a più grandi e generali ideali che riguarda a pieno titolo il senso della città, il senso del

Alberi in città

di Piero BEVILACQUA, da "il manifesto", 10 maggio 2018 Pochi elementi naturali, più degli alberi, la loro presenza e cura, misurano la qualità del rapporto degli uomini con il loro habitat. Potremmo aggiungere: il loro grado di civiltà, se al termine civiltà non assegniamo solo il

Riflessioni post-elettorali. 1. Un Sud stellare

di Piero BEVILACQUA, da "il manifesto", 6 marzo 2018 È difficile mostrare sorpresa di fronte ai dati più o meno definitivi di queste elezioni di tardo inverno 2018. Non sono sorprendenti – sia detto senza alcuna iattanza – per chi segue la vita politica dalle strade

Ecco come ribaltare il classismo della scuola italiana

di Marina BOSCAINO, da "il manifesto", 18 febbraio 2018 La proposta. L'alternativa alla "Buona Scuola" di Renzi e del Pd esiste e si chiama Lip: una legge di iniziativa popolare, frutto di un lungo percorso di elaborazione democratica, che prospetta un altro mondo per gli studenti,

Gli inganni della propaganda sui migranti

di Ignazio MASULLI, da "il manifesto", 7 febbraio 2018 In questa brutta campagna elettorale, e dopo i fatti di Macerata, stiamo assistendo ad uno spettacolo particolarmente degradante: è una rincorsa alla mistificazione fatta da chi associa l'immigrazione alla disoccupazione, alla criminalità e perfino al rischio di terrorismo. Il

Sinistra ed ecologia tra il ’68 e la crisi energetica

di Giorgio NEBBIA, da "il manifesto", 2 febbraio 2018* Dagli anni Sessanta dell’Ottocento e per un intero secolo, l’ecologia è rimasta severa disciplina scientifica rivolta a comprendere e descrivere i rapporti degli esseri viventi fra loro e con l’ambiente circostante. Negli anni Sessanta del Novecento è

Il mondo galleggia su un mare di debiti

Pubblichiamo due articoli sulla questione del debito globale. "La questione del debito globale" è il titolo del convegno organizzato a Pescara il 27 gennaio da Cadtm Italia (Comitato per l’abolizione dei debiti illegittimi) e arcidiocesi di Pescara-Penne. *** Il tema eluso nel dibattito elettorale. Debito, l'ora del coraggio di

La grande diseguaglianza della società servile

di Marco REVELLI, da "il manifesto", 23 gennaio 2018 L’ultimo rapporto Oxfam sullo stato sociale del pianeta è piombato come un pugno sul tavolo dei signori di Davos. Dice che l’1% della popolazione mondiale controlla una ricchezza pari a quella del restante 99%. E questo lo

Università. Il declino nel silenzio dei partiti

di Piero BEVILACQUA, da "il manifesto", 11 gennaio 2018 A proposito della proposta di Pietro Grasso, di abolire le tasse universitarie, forse la novità più rilevante da segnalare è che in Italia il ceto politico si sia ricordato dell’esistenza dell’università. Perché sono più di dieci anni

Sinistra radicale, non vuol dire estremista ma anticapitalista

di Piero BEVILACQUA, da "il manifesto", 23 dicembre 2017 Sorprendentemente, nel suo emozionato discorso di circostanza, al momento dell’investitura a leader di Liberi e Uguali, Pietro Grasso ha tessuto l’elogio del termine radicale. È dunque una buona occasione per tornare a riflettere su questo aggettivo. L’utilità immediata nasce

Halper: «Guerre contro i popoli: il modello è Israele»

di Chiara CRUCIATI, da "il manifesto", 19 ottobre 2017 Intervista. «Il capitalismo globale reprime i popoli usando il concetto di pacificazione. Ma l’Occidente non ha molta esperienza in questo tipo di conflitti. E Israele gli fornisce armi e high tech», spiega lo storico attivista e fondatore

Il fanatismo patologico dell’alternanza scuola-lavoro

di Anna ANGELUCCI, da "il manifesto", 17 ottobre 2017 L’alternanza scuola-lavoro rappresenta senza ombra di dubbio l’aspetto più insopportabile della cosiddetta «buona scuola». Poiché – a differenza del bonus premiale, della «chiamata diretta», delle nuove regole per il reclutamento o della governance e, più in generale,

Nella Torino sconfitta i «Grandi» nel vuoto di lavoro

di Marco REVELLI, da "il manifesto", 30 settembre 2017 C’è una buona dose d’ironia, o di faccia tosta, nella scelta dei cosiddetti potenti della terra di tenere a Torino il loro «G7 del lavoro». Un appuntamento, potremmo dire, nel centro del cratere. Nella città che fu,

Con le ONG contro il Codice Minniti

Noi sottoscritti esprimiamo pubblicamente una incondizionata solidarietà a Medici senza Frontiere e a tutte le Ong impegnate nel Mediterraneo a salvare la vita dei disperati che fuggono da guerre e miseria in gran parte provocate dai Paesi ricchi che oggi li vogliono respingere. Esprimiamo inoltre una

Migranti, il vero obiettivo è respingerli «a casa loro»

di Ignazio MASULLI, da "il manifesto", 6 agosto 2017 Il nostro governo tenta di sfuggire alle proprie responsabilità adottando la stessa politica degli altri e che, riassunta, significa: respingiamoli a casa loro. Come interpretare diversamente gli accordi con vari governi africani perché fermino gli emigranti? Si vuol

Il virus che contagia la sinistra

Tonino PERNA, "il manifesto", 29 luglio 2017 Adesso sono tutti d’accordo, compreso il segretario del Pd che ha sposato in pieno questo slogan che coniò per primo Salvini. Per la verità, la prima volta che ho sentito dire con convinzione «aiutiamoli a casa loro» è stato

Povera Italia sprofondata nell’emergenza

di Tonino PERNA, da "il manifesto", 15 luglio 2017 Vorrei scrivere un articolo sugli incendi a gennaio, in mezzo alla neve, quando è il momento per pensarci seriamente ed attrezzarsi. Come fa l’industria della moda, che presenta i nuovi abiti una stagione prima, come succede in

Ambiente, l’emergenza c’è ma non nelle agende dei governi

di Alberto ZIPARO, da "il manifesto", 8 luglio 2017 Le «ondate di calore» – le successive «bombe d’acqua», ovvero le precipitazioni iperconcentrate che interrompono bruscamente le fasi di alta temperatura e siccità, disastrando però ulteriormente i già stressantissimi ecosistemi territoriali – sarebbero poco rilevanti se fossero

Il culto della performance batte il ritmo del capitale umano

di Roberto CICCARELLI, da "il manifesto", 30 giugno 2017 Jordan Belfort, protagonista del Lupo di Wall Street di Martin Scorsese, ha l’obiettivo arricchirsi attraverso la truffa e il raggiro. È un accumulatore di denaro e un eccesso vivente; consuma droghe così come fa strage di piccoli risparmiatori creduloni.

I borghi dell’utopia

di Piero BEVILACQUA, da "il manifesto", 18 giugno 2013 L'Italia non è solo – in misura storicamente più rilevante che nel resto d'Europa – terra di città. È anche regione di borghi, di paesi, piccoli e medi, disseminati lungo la dorsale appenninica e preappeninica e fin

Spazi sottratti a un neoliberismo vorace

di Alessandro SANTAGATA, da "il manifesto", 22 marzo 2017 È da tempo ormai che sulla pagine di questo giornale si parla di «beni comuni». Il motivo risiede probabilmente nella capacità della categoria dei commons di tenere insieme il piano della riflessione intellettuale con quello più concreto

Cronistoria della svolta neoliberista nella politica urbana di Firenze

di Alberto ZIPARO, da "il manifesto" Nel volume Urbanistica resistente nella Firenze neoliberista (curato da Ilaria Agostini per Aión, pp. 160) è narrato il conflitto tecnico-scientifico e politico tra gli urbanisti della città toscana raccolti nel laboratorio politico «perUnaltracittà» (PUC) e la gestione liberista PD delle politiche urbanistiche

Le tre ancore dell’economia globale

di Ignazio MASULLI, da "il manifesto", 30 agosto 2016 Dalla crisi degli anni ’70 a oggi, in tre mosse il potere economico-politico si è fatto coeso, esteso, pervasivo. Come individuare punti deboli e contraddizioni. La crisi economica e politica dei paesi del capitalismo storico, dalla quale sembra

Sciopero delle donne (e noi maschi?)

di Alberto Leiss, da "il manifesto", 7 marzo 2017 In una parola. Possiamo aderire in molti modi: incrociando le braccia per pura solidarietà, occupandoci dei bambini e dei nonni poco autosufficienti. Altrimenti impegniamoci almeno in un esperimento mentale: proviamo a identificarci Domani è l’8 marzo e quest’anno c’è

Il Belpaese del giorno dopo

di Tonino PERNA – da «il manifesto», 22 gennaio 2017 Il Galileo di Bertolt Brecht rispondeva al suo allievo: «Sfortunata la terra che ha bisogno di eroi». Che si può anche tradurre come «beato quel paese che non ha bisogno di eroi». E l’Italia certamente non è questo

Il partito nuovo e il vecchio linguaggio

di Enzo SCANDURRA – Leggo dalla stampa ("il manifesto" del 15 gennaio) che, in occasione del congresso di Sinistra Italiana che si terrà a Rimini, alcuni parlamentari ex SEL hanno scritto, ad altri che entrerebbero nella nuova formazione, di abbassare i toni dello scontro politico: «La cultura dell’intolleranza

Università, il coraggio di denunciare

di Arnaldo BAGNASCO, Gian Luigi BECCARIA, Remo BODEI, Alberto BURGIO, Pietro COSTA, Gastone COTTINO, Franco FARINELLI, Luigi FERRAJOLI, Giorgio LUNGHINI, Claudio MAGRIS, Adriano PROSPERI, Stefano RODOTA', Guido ROSSI, Nadia URBINATI, Mario VEGETTI, Gustavo ZAGREBELSKY – Dell’Università oggi si parla molto e di solito agitando luoghi comuni: sortite che

Le città nel trentennio neoliberista. Un racconto multidisciplinare

da: Ilaria AGOSTINI, Piero BEVILACQUA (a cura di), Viaggio in Italia. Le città nel trentennio neoliberista, manifestolibri, 2016 Introduzione Gli scritti che qui si presentano narrano i mutamenti subiti dalle città italiane nel corso del trentennio neoliberista. Durante gli ultimi tre decenni alcune città hanno risentito vivamente

Il sacro fuoco della valutazione

di Tiziana DRAGO – da «il manifesto», 21 luglio 2012 Come c’era da aspettarsi, la furia valutativa e ‘meritocratica’ del ministro Profumo e dell’ANVUR (l’Agenzia Nazionale di Valutazione) ha incontrato l’entusiasmo ‘riformista’ degli ineffabili liberisti di casa nostra: è partita da diverse settimane la martellante campagna di stampa

Mercato e liberismo, maschere linguistiche

di Paolo FAVILLI – Saperi. La retorica neoliberista occulta l’analisi strutturale della globalizzazione. La modernità liquida di Bauman è già post-capitalismo o una forma del capitalismo? da «il manifesto» del 12 febbraio 2016 Nell’articolo di Piero Bevilacqua («il manifesto»,  28 gennaio) il centro del problema riguarda le possibilità di convergenza

Il gioco della Natura nell’Officina dei saperi

di Laura MARCHETTI – Antiliberista. La discussione sulla parcellizzazione dei saperi suggerisce di recuperare la complessità della rete non solo come spazio delle comunità sociali ma anche delle comunità naturali da «il manifesto» del 10 febbraio 2016 C’è innanzitutto il gioco nella proposta di Piero Bevilacqua sulla costituzione di una

Una comunità di pensiero e di ricerca

di Ignazio MASULLI – Neoliberismo. Alla logica neoliberista, all’alienazione del rapporto dell’uomo con la natura, dovrebbe rispondere un nuovo lavoro di cooperazione tra i saperi oggi divisi da «il manifesto» del 29 gennaio 2016 L’articolo di Piero Bevilacqua sulla parcellizzazione dei saperi («il manifesto», 28 gennaio) offre un’analisi e una

Un’officina per l’egemonia culturale

di Piero BEVILACQUA – Saperi. In assenza di un grande collettore politico prevalgono le specializzazioni, manca il dialogo tra i saperi e la frammentazione blocca le potenzialità del pensiero critico. Una parziale cartografia degli studiosi italiani di varie discipline da «il manifesto» del 28 gennaio 2016 La mappa di studiosi