-1
archive,tag,tag-europa,tag-556,cookies-not-set,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-5.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

Europa solidale, o barbarie

di Giuseppe ARAGNO* Premessa Negli anni della resistenza dei popoli sottomessi dal nazifascismo, gli antifascisti hanno sognato come via di uscita dall’immane tragedia l’unione dei popoli europei sulla base di un’equa ripartizione della ricchezza e di principi di libertà e giustizia sociale. Sin dalla guerra di Spagna, per esempio, Rosselli definì i

La reale entità dei flussi migratori

di Ignazio MASULLI  Dalla Brexit all’elezione di Trump, dall’ondata nazionalista e xenofoba montante in un numero crescente di paesi dell’Unione europea fino al lacerante dibattito attuale al suo interno, il punto di leva è una spregiudicata strumentalizzazione del fenomeno migratorio. Anziché curare le vere cause della perdurante

Carta dell’Habitat. Introduzione

di Giancarlo CONSONNI Introduzione alla Carta dell'Habitat   1. Perché una Carta dell’habitat Diritto alla casa, diritto alla città. Utopie? Libro dei sogni? Il bilancio planetario delle concrete conquiste sui due fronti è spietato: non lascia spazio che a risposte affermative a queste domande. Ciò detto, non si può in

La città contro il potere sovrano

di Peppe ALLEGRI e Nicolas MARTINO, da "OperaViva", 21 giugno 2018 Per capire esattamente che cos’è il potere sovrano ci viene in soccorso, non a caso, un’immagine, quella della copertina della prima edizione del Leviatano di Thomas Hobbes del 1651: un gigante sta letteralmente «sopra», ovvero sovrasta un

Nella Torino sconfitta i «Grandi» nel vuoto di lavoro

di Marco REVELLI, da "il manifesto", 30 settembre 2017 C’è una buona dose d’ironia, o di faccia tosta, nella scelta dei cosiddetti potenti della terra di tenere a Torino il loro «G7 del lavoro». Un appuntamento, potremmo dire, nel centro del cratere. Nella città che fu,

Stop Fiscal Compact!

di Marco BERSANI, da "il manifesto", 23 settembre 2017 A fine 2017, il Fiscal Compact (Trattato sulla stabilità, coordinamento e governance nell'unione economica e monetaria), potrebbe essere inserito a pieno titolo nell'ordinamento europeo, divenendo giuridicamente superiore alla legislazione nazionale e rendendo irreversibili le politiche liberiste d'austerità. Approvato

Un rinascimento per l’Europa inaridita

di Salvatore SETTIS, da “il Fatto quotidiano”, 26 luglio 2017 L’Europa sta cercandola propria anima, e non sa bene dove trovarla. Ha senso girare la domanda a chi praticale scienze storiche? Dipende. Troppo spesso gli intellettuali sbandierano slogan improbabili, come la pretesa continuità della storia europea

Gentiloni, la politica e i libri. Riflessione di Vitale

Caro Piero, leggo in ritardo i tuoi acuti  interventi su Gentiloni e su Montanari. Un filo robusto li lega. Denunci giustamente la riduzione della politica a maneggio per il  periodo  breve delle campagne elettorali. E, poiché si susseguono in un vortice continuo, la patologia diventa cronica e mortale.

Un’arma pacifica contro la barbarie

di Piero BEVILACQUA «I mendicanti vecchi e incapaci di lavorare ricevono una licenza di mendicità. Ma per i vagabondi sani e robusti frusta invece e prigione. Debbono esser legati dietro a un carro e frustati finché il sangue scorra dal loro corpo». Così uno statuto di

Nuove destre. Le ragioni del radicamento del Front National

Riceviamo da Tonino Perna il saggio di Antonio MARTINO. Lo pubblichiamo di seguito. Le ragioni del successo. Crisi strutturale e radicamento del Front National nelle regioni francesi di Antonio MARTINO Occorre risalire al 1992 per trovare nella geografia elettorale d'Europa un evento d'importanza paragonabile alle prossime elezioni presidenziali Francesi:

Reddito di cittadinanza ed Europa del lavoro

Segnalo questi due articoli su reddito di cittadinanza ed Europa del lavoro. Cordiali saluti, Franco Aqueci 1) Riccardo EVANGELISTA, Polanyi, Hayek e le aporie del reddito di cittadinanza, "Economia e Politica", www.economiapolitica.it, 30 marzo 2017 «Mentre in Italia la discussione è ancora in divenire, dal gennaio 2017 la Finlandia

Giordano Bruno. La ricerca della felicità

di Massimo CACCIARI, da "la Repubblica", 17 febbraio 2017 Quando Giordano Bruno è condotto al rogo e getta in faccia ai suoi carnefici le parole: «forse avete più paura voi nell'infliggermi questa condanna, che io nel subirla», e Tommaso Campanella, torturato crudelmente a Castel Nuovo, simula