-1
archive,tag,tag-ecologia,tag-187,cookies-not-set,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-5.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

Ecologia del tempo. Roma, giovedì 28 febbraio 2019

Università di Roma La Sapienza Giovedì 28 febbraio 2019, ore 17.30 Presentazione del volume di Piero BevilacquaEcologia del tempo. Uomini e natura sotto la sferza di Crono (Castelvecchi, 2019) Ne discutono con l'AutoreLuciana CastellinaRoberto Finelli Biblioteca - Sala Emiciclo, Dipartimento di Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo, Facoltà di Lettere, II

Dacci oggi il nostro pane

di Giorgio NEBBIA, "il manifesto", 18 ottobre 2018 Chi sarà mai stato, e dove sarà vissuto, quella donna o quell’uomo che ha scoperto che un impasto di farina di grano, lasciato a sé qualche ora, rigonfiava e emanava un profumo caratteristico, e che poteva essere cotto

Romer e Nordhaus, clima e sostenibilità al centro

di Giorgio NEBBIA, da “il manifesto”, 9 ottobre 2018 Il Nobel per l’economia è andato agli americani William Nordhaus e Paul Romer per le proposte di strumenti capaci di «combinare la crescita sostenibile a lungo termine dell’economia globale con il benessere della popolazione del pianeta». Negli stessi

Produzione di merci a mezzo di lavoro

di Giorgio NEBBIA, da "il manifesto", 9 agosto 2018 Quattro più altri dodici, sono i braccianti morti in Puglia nel viaggio avanti e indietro dai campi; uno è l’autista morto nell’esplosione di un camion di gas sull’autostrada, eccetera. E in un solo giorno e si tratta

Ecologia del tempo. Un nuovo sentiero di ricerca

di Piero BEVILACQUA – Pubblichiamo la trascrizione della lezione inaugurale del terzo congresso internazionale della European Society of Environmental History, tenutosi a Firenze nel febbraio 2005. Si tratta di un campo di studi che l'autore  non  ha più frequentato, sia per la sordità totale al tema da

Ecologia del tempo

Piero BEVILACQUA Un bene comune invisibile, forse il forse il più prezioso e universale, sfugge alla nostra percezione proprio nella fase storica in cui è oggetto del più sistematico saccheggio. È il tempo, il tempo della nostra vita, ma anche il tempo della natura e delle

Puglia. Proposte per la legge sulla bellezza

di Laura MARCHETTI – PROPOSTE PER LA LEGGE SULLA BELLEZZA DELLA REGIONE PUGLIA [qui il documento in versione pdf] Proposta di emendamento al Regolamento regionale: Si propone di aggiungere nell’art.2, comma 3, alla frase “La Regione tutela, valorizza e promuove la bellezza del territorio e dell’ambiente pugliese”,

Gorz. Tra marxismo ed ecologismo

Pubblichiamo l’introduzione del libro di Emanuele LEONARDI: Lavoro, Natura, Valore. André Gorz tra marxismo e decrescita, Orthotes, Napoli-Salerno, 2017. Da "effimera. Critiche e sovversioni del presente". Ancora fino a pochi anni fa un libro dedicato al rapporto tra scienze sociali e crisi ecologica, nonché alle implicazioni politiche di

Sinistra ed ecologia tra il ’68 e la crisi energetica

di Giorgio NEBBIA, da "il manifesto", 2 febbraio 2018* Dagli anni Sessanta dell’Ottocento e per un intero secolo, l’ecologia è rimasta severa disciplina scientifica rivolta a comprendere e descrivere i rapporti degli esseri viventi fra loro e con l’ambiente circostante. Negli anni Sessanta del Novecento è

André Gorz | Ecologica

«L’ecologia non ha tutta la sua carica critica ed etica se le devastazioni della Terra, la distruzione delle basi naturali della vita non sono comprese come le conseguenze di un modo di produzione; se non si comprende che questo modo di produzione esige la massimizzazione

Slessico familiare, di Guido Viale

da "Il blog di Guido Viale" A distanza di quattro anni dalla pubblicazione del suo ultimo libro di inediti, l’autore milanese ritorna in libreria con un repertorio per i tempi a venire, una cassetta per gli attrezzi per aiutarci a guardare il mondo da un punto

Natura (diritti della)

di Michele CARDUCCI, da: Digesto delle discipline pubblicistiche, diretto da Rodolfo Sacco, a cura di Raffaele Bifulco, Alfonso Celotto, Marco Olivetti, UTET, Torino, 2017 I. QUALE NATURA PER QUALI DIRITTI? 1. Inquadramento semantico. Quello dei diritti della natura (d’ora in poi DDN) è tema insidioso e persino ambiguo,

La natura produttiva. Ovvero, delle origini materiali della ricchezza

di Piero BEVILACQUA Proponiamo ai frequentatori dell'Officina dei Saperi la prefazione di Piero Bevilacqua a Hans Immler, Economia della natura. Produzione e consumo nell'era ecologica, Donzelli, Roma, 1996, pp. VII-XXXII. Buona lettura! 1. Critica all'economia del valore L'agile libretto, di taglio didattico e divulgativo, che qui viene presentato ha dietro

Ambiente, l’emergenza c’è ma non nelle agende dei governi

di Alberto ZIPARO, da "il manifesto", 8 luglio 2017 Le «ondate di calore» – le successive «bombe d’acqua», ovvero le precipitazioni iperconcentrate che interrompono bruscamente le fasi di alta temperatura e siccità, disastrando però ulteriormente i già stressantissimi ecosistemi territoriali – sarebbero poco rilevanti se fossero

La folle corsa dello sviluppo

di Giso AMENDOLA, "il manifesto", 7 luglio 2017 Fritjof Capra è un fisico austriaco, oggi responsabile del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley, notissimo anche al pubblico più largo per il suo Il Tao della fisica (Adelphi), in cui condannava radicalmente l’approccio meccanicistico del metodo scientifico moderno, sviluppando un

La concimazione delle piante da frutto in agricoltura biologica

di Francesco SANTOPOLO Premessa Tra i tanti meriti che vanno ascritti all’introduzione dei metodi di agricoltura biologica, la riscoperta della sostanza organica è probabilmente quello più carico di significato, se consideriamo il processo di organicazione del terreno agrario come un insieme di fattori integrati che contribuiscono a mantenere e

La resistibile ascesa dell’Homo œconomicus. Lo sguardo del biologo

di Marcello BUIATTI Il dibattito sull’evoluzione ha sempre contrapposto una visione meccanicistica e una visione olistica/complessa della vita. Le differenze tra queste due prospettive sono discusse – a partire da Darwin e Lamarck – e ridefinite alla luce del dibattito contemporaneo, che contrappone una "visione della

Una coscienza di stagione e di luogo

di Laura MARCHETTI – da "il manifesto", 20 gennaio 2017 Si intitolava così una preziosa conferenza che Fritjof Capra, nel 1997 tenne all’aperto nell’Edible Schoolyard, il “cortile commestibile” dell’Università di Berkeley. In essa, oltre alla semplificazione di alcuni principi presenti in altri libri scientifici del fisico-ecologista, fra

La deterritorializzazione di stampo mafioso

di Alberto ZIPARO* – 1. Un filone di ricerca di frontiera? 1.1 La recente ripresa di interesse sul campo elaborativo “particolare” costituito dalla penetrazione e dai condizionamenti della criminalità organizzata su politiche e pratiche urbanistiche e territoriali si può collegare certo agli studi diversificati che stanno osservando

Consumare di più?

di Giorgio NEBBIA – I mutamenti climatici, gli inquinamenti, la congestione urbana, l’erosione del suolo non sono punizioni divine, ma le dirette conseguenze delle operazioni, squisitamente umane, della produzione e dell’uso delle merci, dei beni materiali ottenuti per trasformazione delle risorse della natura. Eppure sembra che

La regolazione pubblica degli OGM

di Dario BEVILACQUA – Il tema degli Organismi Geneticamente Modificati (OGM) è al centro di un vivace dibattito, di opinione e scientifico, che coinvolge studiosi ed esperti di diverse discipline. Due elementi caratterizzano in modo particolare questi prodotti: la multidimensionalità e l’imprevedibilità dei loro effetti. Al di là delle