-1
archive,tag,tag-citta,tag-129,cookies-not-set,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-5.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

Lo sfascismo

di Giancarlo CONSONNI Note a margine del saggio Qualche considerazione sulla storia in corso di Stefano Levi Della Torre, apparso tra ottobre e novembre 2018 sui fascicoli nn. 252 e 253 della rivista "Una città". «Delineare il futuro è un atto politico. […] mancano da sinistra proposte credibili

Felicità, parola proibita

Pubblichiamo la recensione al libro di Piero Bevilacqua, Felicità d'Italia. Paesaggio, arte, musica, cibo (Laterza, 2017) apparsa sull'ultimo numero della rivista della Società dei territorialisti/e. di Ilaria AGOSTINI, da "Scienze del territorio", n. 6 (monografico: Le economie del territorio bene comune), 2018 La felicità che suona nel

Carta dell’Habitat. Introduzione

di Giancarlo CONSONNI Introduzione alla Carta dell'Habitat   1. Perché una Carta dell’habitat Diritto alla casa, diritto alla città. Utopie? Libro dei sogni? Il bilancio planetario delle concrete conquiste sui due fronti è spietato: non lascia spazio che a risposte affermative a queste domande. Ciò detto, non si può in

Carta dell’Habitat

di Giancarlo CONSONNI 1. Polis, politica e habitat: un legame Il legame tra polis e politica è sostanziale. Il portato virtuoso delle città è sostanza viva e vitale della democrazia. Il fare città, inteso come promozione dell’urbanità negli aggregati insediativi, deve tornare a essere centrale nella politica

La città contro il potere sovrano

di Peppe ALLEGRI e Nicolas MARTINO, da "OperaViva", 21 giugno 2018 Per capire esattamente che cos’è il potere sovrano ci viene in soccorso, non a caso, un’immagine, quella della copertina della prima edizione del Leviatano di Thomas Hobbes del 1651: un gigante sta letteralmente «sopra», ovvero sovrasta un

Venezia. Per il diritto alla città

di Ilaria BONIBURINI ed Edoardo SALZANO, "eddyburg", 13 giugno 2018 Venezia non è solo l’espressione di una comunità locale, ma un esempio emblematico di un modello di sviluppo e di governo tipico di questa fase del capitalismo, finalizzato all’estrazione di profitto e mercificazione di ogni componente

Gli alberi lungo le strade: una questione storica e ambientale

di Rossano PAZZAGLI,  "Scienze e ricerche", n. 5, marzo 2015, pp. 59-65 L’aumento del traffico automobilistico, conseguenza anche del mancato potenziamento dei trasporti pubblici che anzi stanno subendo politiche di tagli e ridimensionamenti, sta riproponendo in misura crescente il problema della sicurezza stradale. Spesso sotto la

Alberi in città

di Piero BEVILACQUA, da "il manifesto", 10 maggio 2018 Pochi elementi naturali, più degli alberi, la loro presenza e cura, misurano la qualità del rapporto degli uomini con il loro habitat. Potremmo aggiungere: il loro grado di civiltà, se al termine civiltà non assegniamo solo il

Le nostre parole appuntite

di Piero BEVILACQUA * Le nostre parole, le nostre parole appuntite lungamente levigate sono pallottole di carta contro le alte mura di Tebe.   Neanche il suono si sente del loro cadere, ai piedi della città.   Si ammassano come rifiuti tra noi, sempre più sparuti assedianti, mentre dall’alto salgono urla al cielo.   Ma il tempo forma strato su strato le sue

Il tempo è fuori squadra

Pubblichiamo la recensione di Angelo CIRASINO al libro di Enzo SCANDURRA, Fuori squadra (Castelvecchi, 2017) apparsa su "Scienze del territorio", n. 5 (numero monografico Storia del territorio a cura di Maria Colavitti, Rossano Pazzagli e Giuliano Volpe), pp. 280-281. Il lavoro del recensore rischia di cadere in molte

Spazio pubblico e vita civica. Alternative alla comune evanescenza

di Ilaria AGOSTINI, da "eddyburg", 27 maggio 2017 [Lo scritto che pubblichiamo è la trascrizione del contributo all’incontro Gli standard urbanistici, cinquant’anni dopo. Un progetto per lo spazio pubblico, organizzato dalla Scuola di Eddyburg nell’ambito della manifestazione “Leggere la città”, Pistoia, 7 aprile 2017. La fotografia è di Elvira Bandini, https://www.spaziindecisi.it/space/piscina-comunale-santa-sofia/, NdR]   Prima

Consumo di luogo. Critica alla legge urbanistica dell’Emilia Romagna

È uscito Consumo di luogo. Neoliberismo nel disegno di legge urbanistica dell’Emilia-Romagna, a cura di Ilaria Agostini, prefazione di Tomaso Montanari (Pendragon, 112 pp., 8 euro). Con contributi di: Ilaria Agostini, Piergiovanni Alleva, Paolo Berdini, Piero Bevilacqua, Paola Bonora, Sergio Caserta, Pier Luigi Cervellati, Paolo Dignatici,

Roma, chiudendo gli occhi

di Enzo SCANDURRA – Quale Roma vorremmo? Perché questa città, ancorché bellissima, è diventata il luogo dei misfatti, degli intrighi, dei costruttori e loro amici, dei Sindaci che non avrebbero nessun credito nemmeno come direttori di un supermercato. Mi è capitato di entrare in città attraverso Porta

Spazi sottratti a un neoliberismo vorace

di Alessandro SANTAGATA, da "il manifesto", 22 marzo 2017 È da tempo ormai che sulla pagine di questo giornale si parla di «beni comuni». Il motivo risiede probabilmente nella capacità della categoria dei commons di tenere insieme il piano della riflessione intellettuale con quello più concreto

Cronistoria della svolta neoliberista nella politica urbana di Firenze

di Alberto ZIPARO, da "il manifesto" Nel volume Urbanistica resistente nella Firenze neoliberista (curato da Ilaria Agostini per Aión, pp. 160) è narrato il conflitto tecnico-scientifico e politico tra gli urbanisti della città toscana raccolti nel laboratorio politico «perUnaltracittà» (PUC) e la gestione liberista PD delle politiche urbanistiche

Un’Europa di città. Roma, 23 marzo

Forum Italo-Tunisino|Sem|Recosol|Cime|Officina dei Saperi presentano LE CITTÀ E I COMUNI PER UNA EUROPA UNITA, INCLUSIVA, SOLIDALE, DEMOCRATICA Discussione a partire dai libri: Viaggio in Italia, a cura di Ilaria Agostini e Piero Bevilacqua (manifestolibri, 2016) La città e l’accoglienza, di Ilaria Agostini, Giovanni Attili, Lidia Decandia, Enzo Scandurra (manifestolibri, 2017) Le Città ingovernabili: il

Cronache dal saccheggio urbanistico nel paese delle «cento città»

di Alberto ZIPARO, "il manifesto", 16 febbraio 2017 Le città italiane oggi mostrano chiari i lasciti delle incerte e contraddittorie politiche economiche ed urbanistiche del recente passato: dai tentativi di sviluppo metropolitano alla finanziarizzazione dei valori urbani. Nell’ambito di dinamiche comuni che vanno delle lacerazioni di

La città e l’accoglienza, di Agostini, Attili, Decandia, Scandurra

L’accoglienza dei profughi è una delle sfide principali delle città contemporanee europee, la questione dove si gioca il destino stesso della civiltà europea: «ho un sogno», ha detto Francesco, «che l’Europa torni madre». L’Europa nasce, infatti, come spazio geoculturale della civitas e la ricchezza dell’Italia, come degli altri paesi, si fonda sul pluralismo dei

Noi urbanisti ci impegniamo

12 febbraio 2017 Quanto sta accadendo a Roma – il caso della realizzazione del nuovo stadio – evidenzia in modo eclatante come l’urbanistica sia ormai relegata, dall’ideologia neoliberista dominante da tempo, a un ruolo subalterno e quindi miseramente perdente, rispetto alla centralità che un tempo possedeva

Felicità d’Italia, di Piero Bevilacqua

Che cosa sono le felicità d’Italia? La musica, il cibo, la biodiversità agricola, il paesaggio, la tradizione artistica e culturale. Ovvero tutto ciò che rende il nostro paese e i suoi costumi speciali agli occhi degli stranieri che vengono a visitarlo o di quelli che ne apprezzano e adottano lo stile di vita. Ma

C’era una volta una piccola città

di Velio ABATI – per Velso, un contadino, mio padre C’era una volta una piccola città che era abitata dai Bassi e dagli Alti. Come tutte le città del piccolo pianeta, aveva difetti, tanto più che i suoi abitanti non avevano grande esperienza di democrazia o, se ce

Le città nel trentennio neoliberista. Un racconto multidisciplinare

da: Ilaria AGOSTINI, Piero BEVILACQUA (a cura di), Viaggio in Italia. Le città nel trentennio neoliberista, manifestolibri, 2016 Introduzione Gli scritti che qui si presentano narrano i mutamenti subiti dalle città italiane nel corso del trentennio neoliberista. Durante gli ultimi tre decenni alcune città hanno risentito vivamente

Discorso intorno alla bellezza delle città

di Enzo SCANDURRA – Cos’è la bellezza?  Nei contesti culturali dell’architettura e dell’urbanistica, quando si vuole mettere in difficoltà o in stato di soggezione l’avversario al quale si sta confutando il ruolo della progettazione ritenuto sempre benefico, si invoca spesso il valore della bellezza. Tante volte mi sono