-1
archive,tag,tag-accoglienza,tag-449,cookies-not-set,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-5.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

Carta dell’Habitat

di Giancarlo CONSONNI 1. Polis, politica e habitat: un legame Il legame tra polis e politica è sostanziale. Il portato virtuoso delle città è sostanza viva e vitale della democrazia. Il fare città, inteso come promozione dell’urbanità negli aggregati insediativi, deve tornare a essere centrale nella politica

Puglia. Proposte per la legge sulla bellezza

di Laura MARCHETTI – PROPOSTE PER LA LEGGE SULLA BELLEZZA DELLA REGIONE PUGLIA [qui il documento in versione pdf] Proposta di emendamento al Regolamento regionale: Si propone di aggiungere nell’art.2, comma 3, alla frase “La Regione tutela, valorizza e promuove la bellezza del territorio e dell’ambiente pugliese”,

La città e l’accoglienza | Roma, 8 febbraio

giovedì 8 febbraio 2018 Facoltà di Ingegneria, Università di Roma "Sapienza", via Eudossiana (a fianco di San Pietro in Vincoli) aula 21, ore 10 presentazione del libro La città e l'accoglienza  manifestolibri, 2017 di Enzo Scandurra, Lidia Decandia, Vanni Attili e Ilaria Agostini Ne parleranno Raniero La Valle e Giulia Li Destri Nicosia * La registrazione video dell'incontro è visibile sul canale

Cosa ci insegna la vicenda del sindaco di Riace

di Tonino PERNA Come molti sanno, nell’ultimo decennio Riace, questo piccolo paese della costa jonica calabrese che conta solo milleduecento abitanti, è diventato famoso nel mondo e ha rivalutato l’immagine della Calabria: non più e solo terra di ‘ndrangheta, ma il luogo principe dell’accoglienza dello straniero.

La città e l’accoglienza, di Agostini, Attili, Decandia, Scandurra

L’accoglienza dei profughi è una delle sfide principali delle città contemporanee europee, la questione dove si gioca il destino stesso della civiltà europea: «ho un sogno», ha detto Francesco, «che l’Europa torni madre». L’Europa nasce, infatti, come spazio geoculturale della civitas e la ricchezza dell’Italia, come degli altri paesi, si fonda sul pluralismo dei