Officina dei saperi | Italia contadina. Di Pazzagli e Bonini
Saperi. In assenza di un grande collettore politico prevalgono le specializzazioni, manca il dialogo tra i saperi e la frammentazione blocca le potenzialità del pensiero critico. Una parziale cartografia degli studiosi italiani di varie discipline
Cultura, Saperi, Università, Dialogo
3316
post-template-default,single,single-post,postid-3316,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-4.6,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Italia contadina. Di Pazzagli e Bonini

Segnaliamo l’uscita di Italia contadina. Dall’esodo rurale al ritorno alla campagna, di Rossano Pazzagli e Gabriella Bonini (Aracne, 2018). Qui sotto trovate la presentazione della quarta di copertina. Cliccando qui potete leggere l’indice e l’introduzione.

La presentazione del libro, alla presenza degli autori, si tiene a Roma martedì 11 settembre 2018, ore 18,30, presso l’auditorium Giuseppe Avolio, via Mariano Fortuny, 16. Qui la locandina dell’incontro.

L’Italia deve molto ai contadini e all’agricoltura: la qualità dell’alimentazione, la bellezza del paesaggio, un diffuso patrimonio territoriale che ha generato valori economici e culturali. Dalla metà del ’900 l’esodo rurale e i cambiamenti del paesaggio sono stati i segni più eloquenti di una grande trasformazione che ha privilegiato l’industria e la città, spezzando i legami con il territorio e marginalizzando il mondo rurale. Specialmente le aree interne, il lavoro e le imprese contadine hanno pagato un prezzo altissimo al boom economico. Oggi, nell’orizzonte della crisi strutturale del modello di sviluppo, è venuto il tempo di riannodare i fili con la storia rurale del Paese, di riprendere la strada della campagna. Il volume propone una sintesi del declino del settore agricolo e apre uno squarcio di luce sulle possibilità di rinascita del mondo rurale, tra abbandoni e ritorni. È l’invito a un nuovo protagonismo e a una ritrovata dignità dell’Italia contadina.

Rossano Pazzagli insegna Storia moderna presso l’Università degli Studi del Molise. È membro della Società dei Territorialisti e direttore del Centro di Ricerca per le Aree Interne e gli Appennini (ArIA). Autore di numerose pubblicazioni, tra cui Il sapere dell’agricoltura. Istruzione, cultura, economia nell’Italia dell’800 (FrancoAngeli 2008) e Il Buonpaese. Territorio e gusto nell’Italia in declino (Felici, 2014).

Gabriella Bonini, docente di Lettere, è responsabile scientifico della Biblioteca Archivio Emilio Sereni e PhD in Scienze, tecnologie e biotecnologie agroalimentari presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Ha curato i volumi Narrazioni intorno a Filippo Re (Diabasis 2006) e Paesaggi in trasformazione (Compositori 2014).