Officina dei saperi | Aprire le porte. Scuola e università pubbliche
Saperi. In assenza di un grande collettore politico prevalgono le specializzazioni, manca il dialogo tra i saperi e la frammentazione blocca le potenzialità del pensiero critico. Una parziale cartografia degli studiosi italiani di varie discipline
Cultura, Saperi, Università, Dialogo
2671
post-template-default,single,single-post,postid-2671,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-4.5,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Aprire le porte. Scuola e università pubbliche

Iniziativa pubblica su scuola e università promossa da: Officina dei Saperi, Associazione nazionale per la scuola della Repubblica, Appello per la scuola pubblica, Comune-info.net. Clicca qui per leggere la locandina. Clicca qui per leggere la Carta di Roma per la Scuola pubblica.

Roma, venerdì 16 marzo, anfiteatro di SPIN TIME, via Santa Croce in Gerusalemme, 55

ore 10,00 – apertura dei lavori

Introduce e coordina Enzo Scandurra (Sapienza Università di Roma / Officina dei saperi)

Interventi di:

Piero Bevilacqua (Sapienza Università di Roma / Officina dei saperi), Tendenze del capitalismo attuale e avvenire della scuola

Laura Marchetti (Università di Foggia / Officina dei saperi), Gioco e Lavoro: due paradigmi

Massimo Baldacci (Università degli Studi di Urbino), Educazione e filosofia della prassi

ore 11,10 – Pausa caffè

ore 11,20 – Ripresa dei lavori della mattina

Coordina Roberto Ciccarelli (il Manifesto)

Interventi di:

Tiziana Drago (Università di Bari / Officina dei saperi), Insegnanti e lavoratori della conoscenza: una nuova soggettività politica?

Anna Angelucci (Liceo Pasteur Roma, Presidente Comitato nazionale “Per la Scuola della Repubblica”), La scuola delle competenze

Rossella Latempa (Liceo Nani Boccioni Verona, docente promotore dell’Appello per la scuola pubblica), Insegnare nell’era della innovazione didattica

Luigi Vavalà (Liceo De Sanctis Trani / Officina dei saperi), Alle radici dell’assenza di reazioni nei confronti degli eventi del mondo

Ugo Maria Olivieri (Università degli Studi di Napoli “Federico II” / CoNPAss Coordinamento Nazionale Professori Associati),             “Una favola meritocratica”: l’Anvur all’Università

ore 13,00

Intermezzo musicale, canzoni sociali e ballate a cura della cantastorie Francesca Prestia

Pausa pranzo

ore 14,30 – avvio dei lavori pomeridiani

Coordina Piero Bevilacqua (Sapienza Università di Roma / Officina dei saperi)

Interventi di:

Velio Abati (Liceo Rosmini Grosseto / Officina dei saperi), Scolarizzazione di massa e finanzcapitalismo

Armando Vitale (già preside Liceo Galluppi Catanzaro / Officina dei saperi), Per una scuola del bricolage creativo

Giulia Biazzo (Unione degli studenti), Formazione e lavoro. Critiche al modello attuale e diverse prospettive

Gianluca Carmosino (Comune-info.net), Apprendere in modo diverso per cambiare il mondo

Gianni Vacchelli (Liceo Clemente Rebora Rho, docente promotore dell’Appello per la scuola pubblica), Rimettere al centro e ripensare la scuola in tempi di neoliberalismo

ore 16,30 – verso una conclusione 

interventi, dibattito, redazione documento finale

*

Il Comitato nazionale “Per la Scuola della Repubblica” è Ente di formazione accreditato presso il MIUR – Decreto MIUR 5.7.2013 (Elenco Enti Accreditati/Qualificati 23.11.2016). La giornata è pertanto valida come aggiornamento e tutto il personale, docenti e ATA, di ruolo e non, è esonerato dal servizio, ai sensi dell’art. 64 del CCNL vigente (5 giorni annui con sostituzione). Verrà rilasciato attestato di partecipazione.