Officina dei saperi | Cibo, diritti e salute | con Vandana Shiva
Saperi. In assenza di un grande collettore politico prevalgono le specializzazioni, manca il dialogo tra i saperi e la frammentazione blocca le potenzialità del pensiero critico. Una parziale cartografia degli studiosi italiani di varie discipline
Cultura, Saperi, Università, Dialogo
3014
post-template-default,single,single-post,postid-3014,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-4.5,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Cibo, diritti e salute | con Vandana Shiva

Il 16 maggio 2018, alle ore 18,00, nell’atrio centrale del Palazzo Budini Gattai, in Piazza Santissima Annunziata 1 a Firenze, Vandana Shiva, presidente di Navdanya International, insieme a un gruppo di relatori che comprende, fra gli altri, Hilal Elver, Relatore Speciale delle Nazioni Unite sul diritto all’alimentazioneRichard Falk, Professore Emerito di diritto internazionale di Princeton, Patrizia Gentilini,  membro del Comitato Scientifico di ISDE-Associazione Medici per l’Ambiente, terrà una conferenza pubblica per illustrare lo stato di avanzamento dei lavori per la redazione collettiva del Manifesto su Alimentazione e Salute.

Il Manifesto, redatto dal Gruppo di Esperti su Alimentazione e Salute in continuazione dei lavori della Commissione Internazionale sul Futuro del Cibo e dell’Agricoltura, è un documento programmatico che postula la necessità di un nuovo paradigma basato sul concetto d’inscindibilità e reciprocità fra la salute del pianeta e quella delle persone.

Esperti del settore da tutto il mondo si riuniranno a Firenze per mettere a confronto dati, esperienze ed analisi sugli impatti dell’agricoltura industriale ad alto input chimico sul suolo, nell’aria, nell’acqua e quindi nel cibo che consumiamo quotidianamente. Gli alti livelli di contaminazione riscontrati nell’ambiente e negli alimenti hanno un impatto, a loro volta, sulla salute umana. Si tratta di una crisi sanitaria planetaria che coinvolge milioni di persone e mette a dura prova le finanze pubbliche.

Il Manifesto, basato su un pensiero ecologico e una riflessione sistemica, intende porsi come strumento per favorire la convergenza e l’azione dei movimenti per l‘agroecologia e per la salute pubblica in Italia e nel mondo intorno a una visione comune di sviluppo sostenibile, equo e inclusivo.

Lista dei partecipanti alla conferenza 

Vandana Shiva, coordinatrice del meeting, fondatrice di Navdanya, Research Foundation for Science, Technology and Ecology

Renata Alleva, specialista in scienza dell’alimentazione, dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie, Università di Bologna, membro del Comitato Scientifico di ISDE – Associazione Medici per l’Ambiente

Sergio Bernasconi, professore ordinario di pediatria, già direttore della Clinica Pediatrica, Università degli Studi di Parma

Piero Bevilacqua, autore, sociologo, storico, Università La Sapienza di Roma

Lucio Cavazzoni, già presidente di Alce Nero (alimenti e prodotti biologici), apicultore

Salvatore Ceccarelli, esperto internazionale in agronomia , specialista di genetica agraria

Famiano Crucianelli, Biodistretti, chirurgo, sottosegretario agli affari esteri (2006 -2008)

Guy D’hallewin, coordinatore, CNR – ISPA UOS Sassari

Hilal Elver, Relatore Speciale delle Nazioni Unite sul diritto all’alimentazione

Richard Falk, Professore Emerito di diritto internazionale, Princeton; Direttore del Progetto sul Cambiamento Climatico, consulente presso POMEAS Project, Istanbul Policy Center, Sabanci University

Patrizia Gentilini,  oncologa ed ematologa, membro del Comitato Scientifico di ISDE-Associazione Medici per l’Ambiente

Jacopo Gabriele Orlando, Public Affairs & Project Development Manager, Ufficio di Presidenza, Gruppo Aboca

Srinath Reddy, presidente di Public Health Foundation of India, World Heart Federation, AIIMS-All India Institute of Medical Science

Mira Shiva, direttrice di Initiative for Health and Equity in Society, presidente di Health Action International Asia-Pacific